(brevi note su legge e diritto) – Referto di pronto soccorso: atto pubblico che fa piena prova sino a querela di falso.

Il referto del pronto soccorso di una struttura ospedaliera pubblica è atto pubblico che fa piena prova sino a querela di falso.

Brevi note su legge e diritto di Stefano Ligorio. Referto di pronto soccorso - atto pubblico che fa piena prova sino a querela di falso.
Referto di pronto soccorso: atto pubblico che fa piena prova sino a querela di falso.

La Corte di Cassazione con ordinanza n. 27288, del 16/09/2022, ha statuito che: Il referto del pronto soccorso di una struttura ospedaliera pubblica è atto pubblico assistito da fede privilegiata e, come tale, fa piena prova sino a querela di falso della provenienza dal pubblico ufficiale che lo ha formato, delle dichiarazioni rese al medesimo, e degli altri fatti da questi compiuti o che questi attesti avvenuti in sua presenza restando, invece, non coperte da fede privilegiata le valutazioni, le diagnosi o, comunque, le manifestazioni di scienza o di opinione in essa espresse”,

il referto del pronto soccorso di una struttura ospedaliera pubblica è atto pubblico che fa piena prova sino a querela di falso della provenienza dal pubblico ufficiale che lo ha formato, delle dichiarazioni rese al medesimo, e degli altri fatti da questi compiuti o che questi attesti avvenuti in sua presenza; non sono tuttavia coperte da fede privilegiata le valutazioni, le diagnosi o le manifestazioni di scienza o di opinione in esso espresse.

Leggi anche: Legge e Diritto – I registri nosologici (ambulatoriali) hanno valenza medico legale.

***

Il libro di Stefano Ligorio: ‘IL RISARCIMENTO NEL PROCESSO CIVILE -errori da evitare, e rimedi esperibili- (Guida Pratica alla luce del Codice Civile, del Codice di Procedura Civile, e della Giurisprudenza in materia)’.

***

Altri articoli sul tema li trovi anche qui.

N.B. Stefano Ligorio è anche autore di un libro dal titolo: ‘IL RISARCIMENTO NEL PROCESSO CIVILE -errori da evitare, e rimedi esperibili– (Guida Pratica alla luce del Codice Civile, del Codice di Procedura Civile, e della Giurisprudenza in materia)’.

Stefano Ligorio