(brevi note su legge e diritto) – Equa riparazione e soccombenza reciproca ai sensi dell’art. 92, co. 2, c.p.c.

Anche in tema di equa riparazione, ove la domanda sia accolta per una minore durata eccedente il termine ragionevole rispetto a quella pretesa dall’attore, il giudice di merito può ravvisare una soccombenza reciproca compensando le spese di lite.

Corte di Cassazione ordinanza n. 18183, Stefano Ligorio, Riferimenti normativi: Legge 24/03/2001 n. 89 CORTE COST., Cod. Proc. Civ. art. 92 co. 2 CORTE COST.,
Anche in tema di equa riparazione, ove la domanda sia accolta per una minore durata eccedente il termine ragionevole rispetto a quella pretesa dall'attore, il giudice di merito può ravvisare una soccombenza reciproca compensando le spese di lite.
Equa riparazione e soccombenza reciproca ai sensi dell'art. 92, co. 2, c.p.c.
Equa riparazione e soccombenza reciproca ai sensi dell’art. 92, co. 2, c.p.c.

La Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 18183, del 24-06 2021 (Rv. 661665 – 01 – cortedicassazione.it), ha statuito che:In tema di equa riparazione, ove la domanda d’indennizzo sia accolta per un importo inferiore al richiesto, in rapporto ad una minore durata eccedente il termine ragionevole rispetto a quella pretesa dall’attore, il giudice di merito, come in ogni altro caso di accoglimento parziale di una domanda di condanna al pagamento di una somma di denaro, ossia di accoglimento per un importo inferiore, può ravvisare una soccombenza reciproca, agli effetti dell’art. 92, comma 2, c.p.c. e, perciò, compensare le spese di lite sulla base di una valutazione discrezionale, fondata sul principio di causalità, che resta sottratta al sindacato di legittimità” (Riferimenti normativi: Legge 24/03/2001 n. 89 CORTE COST., Cod. Proc. Civ. art. 92 co. 2 CORTE COST.),

anche in tema di equa riparazione, ove la domanda d’indennizzo sia accolta per un importo inferiore al richiesto, in rapporto ad una minore durata eccedente il termine ragionevole rispetto a quella pretesa dall’attore, il giudice di merito può ravvisare una soccombenza reciproca (art. 92, co. 2, c.p.c.) compensando le spese di lite (valutazione discrezionale, questa, che resta sottratta al sindacato di legittimità).

***

Il libro di Stefano Ligorio: ‘IL RISARCIMENTO NEL PROCESSO CIVILE -errori da evitare, e rimedi esperibili- (Guida Pratica alla luce del Codice Civile, del Codice di Procedura Civile, e della Giurisprudenza in materia)’.

***

Altri articoli sul tema li trovi anche qui.

N.B. Stefano Ligorio è anche autore di un libro dal titolo: ‘IL RISARCIMENTO NEL PROCESSO CIVILE -errori da evitare, e rimedi esperibili– (Guida Pratica alla luce del Codice Civile, del Codice di Procedura Civile, e della Giurisprudenza in materia)’.

Stefano Ligorio