(brevi note su legge e diritto) – L’inadempimento datoriale rispetto all’adozione di cautele -tipiche o atipiche- sul luogo di lavoro.

Il datore di lavoro è responsabile dell’infortunio occorso al dipendente, sia quando ometta di adottare le misure protettive, sia quando, pur avendole adottate, non vigili affinché queste siano di fatto rispettate.

la condotta colposa del prestatore, dipendente, lavoro, datore di lavoro, diritti del lavoratore, doveri del datore di lavoro, il datore di lavoro è sempre responsabile dell'infortunio occorso al dipendente, il datore di lavoro, tutela delle condizioni di lavoro del lavoratore subordinato, inadempimento datoriale rispetto all'adozione di cautele -tipiche o atipiche- sul luogo di lavoro, Stefano Ligorio, cassazione, giurisprudenza, Corte Suprema, sentenza, ordinanza, giudizio, civile, penale, cassazione civile, cassazione penale, Corte di Cassazione ordinanza n. 25597,
L’inadempimento datoriale rispetto all’adozione di cautele -tipiche o atipiche- sul luogo di lavoro.

La Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 25597, del 21-09-2021, ha statuito che: In tema di tutela delle condizioni di lavoro del lavoratore subordinato, il datore di lavoro è sempre responsabile dell’infortunio occorso al dipendente, sia quando ometta di adottare le misure protettive, comprese quelle esigibili in relazione al rischio derivante dalla condotta colposa del dipendente medesimo, sia quando, pur avendole adottate, non vigili affinché queste siano di fatto rispettate; ne consegue che, in tutte le ipotesi in cui vi sia inadempimento datoriale rispetto all’adozione di cautele, tipiche o atipiche, concretamente individuabili, nonché esigibili ‘ex ante’ ed idonee ad impedire il verificarsi dell’evento dannoso, la condotta colposa del prestatore non può avere alcun effetto esimente e neppure può rilevare ai fini del concorso di colpa”,

il datore di lavoro è responsabile dell’infortunio occorso al dipendente, sia quando ometta di adottare le misure protettive, sia quando, pur avendole adottate, non vigili affinché queste siano di fatto rispettate.

***

Il libro di Stefano Ligorio: ‘IL RISARCIMENTO NEL PROCESSO CIVILE -errori da evitare, e rimedi esperibili- (Guida Pratica alla luce del Codice Civile, del Codice di Procedura Civile, e della Giurisprudenza in materia)’.

***

Altri articoli sul tema li trovi anche qui.

N.B. Stefano Ligorio è anche autore di un libro dal titolo: ‘IL RISARCIMENTO NEL PROCESSO CIVILE -errori da evitare, e rimedi esperibili– (Guida Pratica alla luce del Codice Civile, del Codice di Procedura Civile, e della Giurisprudenza in materia)’.

Stefano Ligorio