(brevi note su legge e diritto) – Atto pubblico fidefacente e querela di falso.

Atto pubblico facente fede fino a querela di falso.

Cassazione civ. n. 6959/1999, dall'esercizio dello speciale potere di documentazione e della speciale funzione di certificazione richiesti perché sussista atto pubblico facente fede fino a querela di falso, atto pubblico facente fede fino a querela di falso, atto pubblico fidefacente, Stefano Ligorio, atto pubblico del pubblico ufficiale, querela di falso e atto pubblico fidefacente,querela di falso e atto pubblico facente fede fino a querela di falso, Atto pubblico fidefacente e querela di falso,
Atto pubblico fidefacente e querela di falso.

La Cassazione civ. n. 6959/1999 ha statuito che: La querela di falso non è esperibile né avverso il documento che provenga dal pubblico ufficiale al di fuori dall’esercizio dello speciale potere di documentazione e della speciale funzione di certificazione richiesti perché sussista atto pubblico facente fede fino a querela di falso né, comunque, avverso il documento che venga impugnato al diverso fine di contestare non già la sola attività immediatamente richiesta, percepita e constatata dal pubblico ufficiale nello svolgimento del predetto potere e della predetta funzione, ma altri aspetti del contenuto ideologico del documento stesso estranei ai limiti segnati dall’art. 2700 c.c. (ad es. l’intrinseca verità delle dichiarazioni delle parti, o di circostanze delle quali l’autore del documento dichiari di tenere conto avendole tuttavia apprese da fonti esterne al documento medesimo, ovvero ancora del mero convincimento del pubblico ufficiale desunto dai fatti constatati, o di semplici giudizi formulati all’esito di indagini debitamente attestate o, infine, di dichiarazioni riportate al solo scopo di evidenziare come si sia formato il convincimento del pubblico ufficiale in accertamenti svolti per conto di altre autorità chiamate poi a valutarle)”,

la querela di falso non è esperibile né contro il documento che pur provenendo dal pubblico ufficiale non sia però considerabile atto pubblico fidefacente né contro il documento che, seppur fidefacente, venga impugnato al diverso fine di contestare altri aspetti del contenuto ideologico del documento stesso estranei ai limiti segnati dall’art. 2700 c.c.

***

Il libro di Stefano Ligorio: ‘IL RISARCIMENTO NEL PROCESSO CIVILE -errori da evitare, e rimedi esperibili- (Guida Pratica alla luce del Codice Civile, del Codice di Procedura Civile, e della Giurisprudenza in materia)’.

***

Altri articoli sul tema li trovi anche qui.

N.B. Stefano Ligorio è anche autore di un libro dal titolo: ‘IL RISARCIMENTO NEL PROCESSO CIVILE -errori da evitare, e rimedi esperibili– (Guida Pratica alla luce del Codice Civile, del Codice di Procedura Civile, e della Giurisprudenza in materia)’.

Stefano Ligorio