(brevi note su legge e diritto) – Cartella clinica e fede privilegiata.

Le attestazioni contenute in una cartella clinica sono coperte da fede privilegiata (artt. 2699 e segg. c.c.), ma solo quelle attinenti alle attività espletate nel corso di una terapia o di un intervento.

Cartella clinica e fede privilegiata,Stefano Ligorio, Cassazione civ. n. 27471/2017, la fede privilegiata art. 2699 c.c., cartella clinica redatta da azienda ospedaliera pubblica o da un ente convenzionato con il servizio sanitario pubblico, cartella clinica certificazione amministrativa, cartella clinica atto pubblico con fede privilegiata,
Cartella clinica e fede privilegiata.

La Cassazione civ. n. 27471/2017 ha statuito che: Le attestazioni contenute in una cartella clinica, redatta da un’azienda ospedaliera pubblica, o da un ente convenzionato con il servizio sanitario pubblico, hanno natura di certificazione amministrativa, cui è applicabile lo speciale regime di cui agli artt. 2699 e segg. c.c., per quanto attiene alle sole trascrizioni delle attività espletate nel corso di una terapia o di un intervento, restando, invece, non coperte da fede privilegiata le valutazioni, le diagnosi o, comunque, le manifestazioni di scienza o di opinione in essa espresse”,

le attestazioni contenute in una cartella clinica (redatta da un’azienda ospedaliera pubblica o da un ente convenzionato con il servizio sanitario pubblico), avendo natura di certificazione amministrativa, sono coperte da fede privilegiata (artt. 2699 e segg. c.c.), ma solo quelle attinenti alle attività espletate nel corso di una terapia o di un intervento, restando escluse le valutazioni, le diagnosi o le manifestazioni di scienza o di opinione in essa (nella cartella clinica) espresse.

Leggi anche:

(brevi note su legge e diritto) – La cartella clinica è un atto pubblico che fa fede fino a querela di falso.

Legge e Diritto – In tema di falso ideologico (art. 479 c.p.), falso materiale (art. 476 c.p.), e soppressione e distruzione di atti veri (art. 490 c.p.), i registri nosologici (ambulatoriali) sono equiparati alla cartella clinica, e alla sua valenza medico legale.

***

Il libro di Stefano Ligorio: ‘IL RISARCIMENTO NEL PROCESSO CIVILE -errori da evitare, e rimedi esperibili- (Guida Pratica alla luce del Codice Civile, del Codice di Procedura Civile, e della Giurisprudenza in materia)’.

***

Altri articoli sul tema li trovi anche qui.

N.B. Stefano Ligorio è anche autore di un libro dal titolo: ‘IL RISARCIMENTO NEL PROCESSO CIVILE -errori da evitare, e rimedi esperibili– (Guida Pratica alla luce del Codice Civile, del Codice di Procedura Civile, e della Giurisprudenza in materia)’.

Stefano Ligorio