(Medicina in breve) – Buonumore e attività fisica…

Buonumore e attività motoria.

Praticare una costante e regolare attività fisica -moderatamente intensa- rende l’umore più positivo, in altre parole è in grado di dare una sensazione di felicità e di benessere psico-emotivo dai risvolti anche duraturi.

L’attività fisica regolare (moderatamente intensa) sembra essere precisamente correlata, tra i tanti evidenti benefici, al benessere psichico, del resto è ormai chiaro nella comunità scientifica come la sedentarietà aumenti il rischio di insorgenza di malattie come ansia e/o depressione, in particolare negli anziani.

A tal riguardo, questi ultimi, propensi come sono -almeno in generale- a una vita relativamente sedentaria (con le numerose conseguenze negative sulla salute tutta), dovrebbero imparare a frequentare -con le specifiche cautele del caso- le palestre (le quali non dovrebbero rimanere luoghi frequentati solo dai più ‘giovani’) e ogni altro luogo che possa essere, a tal fine, idoneo.

Altri articoli sul tema li trovi anche qui.

N.B. Stefano Ligorio, in ambito di tematiche mediche, è anche autore di un libro dal titolo: ‘La Strana Malattia: Come prevenire, diagnosticare, e curare, l’ansia (ansia sociale, ansia generalizzata e ansia somatizzata) e la depressione (depressione maggiore e depressione cronica -distimia)’, ma anche di: ‘Il Cancro -Vademecum- (Guida Pratica alla Prevenzione e alla Cura del Tumore Maligno)’.

Stefano Ligorio