(Medicina in breve) – Gli antidepressivi nei malati oncologici.

Gli antidepressivi nei pazienti oncologici.

I malati oncologici, per ovvi motivi, subiscono, e per lungo tempo, un carico emozionale -negativo- molto rilevante e molto spesso possono manifestare sintomi ansioso/depressivi, i quali non debbono minimamente essere trascurati, difatti tale sintomatologia può, tra le altre cose, rendere anche più difficoltose le terapie oncologiche, potendo peggiorare finanche le prospettive di vita di queste persone.

In questi casi diventa necessaria la prescrizione, da parte di un medico competente, di un’adeguata terapia antidepressiva (no agli ansiolitici, specie se trattasi di benzodiazepine -per maggiori info clicca qui-), la quale sarà in grado di curare i sintomi ansioso/depressivi, ma anche di alleviare alcuni sintomi dolorosi dovuti ad alcuni, eventuali, effetti collaterali delle terapie oncologiche (ad es. neuropatia periferica da chemioterapia…).

Difatti gli antidepressivi, oltre a curare la sintomatologia ansioso/depressiva, possono essere molto utili nei riguardi di molti sintomi, finanche nel trattamento del dolore specie di tipo neuropatico.

Sta di fatto che il malato oncologico, affetto da sintomi ansioso/depressivi, attraverso l’adeguata terapia antidepressiva avrà migliori prospettive di vita anche nei riguardi della propria battaglia contro il cancro.

Non mi stancherò mai di affermarlo, in questi casi (come in tanti altri) sarà molto utile praticare anche un’adeguata psicoterapia precisamente volta alla più ‘corretta’ elaborazione del quanto.

Altri articoli sul tema li trovi anche qui.

N.B. Stefano Ligorio, in ambito di tematiche mediche, è anche autore di un libro dal titolo: ‘La Strana Malattia: Come prevenire, diagnosticare, e curare, l’ansia (ansia sociale, ansia generalizzata e ansia somatizzata) e la depressione (depressione maggiore e depressione cronica -distimia)’, ma anche di: ‘Il Cancro -Vademecum- (Guida Pratica alla Prevenzione e alla Cura del Tumore Maligno)’.

Stefano Ligorio