(brevi note su legge e diritto) – Alcune (tassative) regole da seguire nell’utilizzo della postepay (o di altre carte ricaricabili)…

Consigli sull’utilizzo della postepay (o di altre carte ricaricabili).

Alcune (tassative) regole da seguire nell’utilizzo della postepay (o di altre carte ricaricabili)…

Per clonare una postepay, o altre carte ricaricabili, basta avere tre dati:

-le cifre frontali della carta;

-la data di scadenza;

-le ‘cifre di controllo’ poste, in genere, sul retro.

A tal riguardo è necessario avere alcune precise accortezze:

-bisogna controllare, quando la carta ci viene recapitata, che il plico, in cui è contenuta, sia integro e che non sia stato manomesso;

-non si deve mai cedere la carta ad altri soggetti;

-non bisogna mai perdere di vista la nostra carta mentre viene maneggiata dagli addetti alla cassa durante i nostri acquisti nei negozi. Particolare prudenza e attenzione, soprattutto a fronte dell’eventuale presenza di telecamere, nella digitazione del nostro codice PIN (ciò vale anche durante il prelievo presso uffici postali e bancari).

-il PIN bisogna conservarlo in modo accurato.

-bisogna attivare, ove possibile, il servizio di avviso per gli addebiti tramite sms;

-in caso di smarrimento o furto, bisogna immediatamente bloccare la carta, e sporgere tempestiva denuncia.

generalmente, durante gli acquisti su internet ci viene richiesto solo il numero della carta e la relativa data di scadenza, per cui particolare attenzione a chi diamo i numeri della nostra carta contestualmente al dato della sua scadenza, in quanto, generalmente, chiunque potrebbe, con questi soli dati, fare acquisti online, al posto nostro

(N.B. Del resto, purtroppo, anche con la sola conoscenza delle cifre della carta e, dunque, senza conoscerne la data di scadenza, i professionisti -malviventi- del settore potrebbero risalire alla data di scadenza senza molte difficoltà, per cui attenzione e prudenza nel far conoscere ad altri anche solo il numero della nostra carta).

-Mai far conoscere la data di scadenza ad altri soggetti, soprattutto le ‘cifre di controllo’.

-Se, in qualche modo, sono stati già dati smettere di usarla e svuotarla completamente, o in alternativa ricaricarla, della somma necessaria, solo al bisogno (per ovvi motivi, nel caso trattasi di una carta di credito, o del bancomat, va assolutamente svuotata e cambiata).

Per gli acquisti online, l’ideale, ovviamente, è usare una postepay, o altre carte ricaricabili, avendo però l’accortezza di ricaricare solo modiche somme e, preferibilmente, unicamente solo del tempo prima l’acquisto da fare.

Attenzione, queste regole valgono -generalmente- anche per l’utilizzo delle comuni carte di credito e del bancomat.

Altri articoli sul tema li trovi anche qui.

N.B. Stefano Ligorio è anche autore di un libro dal titolo: ‘IL RISARCIMENTO NEL PROCESSO CIVILE -errori da evitare, e rimedi esperibili– (Giuda Pratica alla luce del Codice Civile, del Codice di Procedura Civile, e della Giurisprudenza in materia)’.

Stefano Ligorio

Un pensiero riguardo “(brevi note su legge e diritto) – Alcune (tassative) regole da seguire nell’utilizzo della postepay (o di altre carte ricaricabili)…

I commenti sono chiusi.