Medicina – Consigli generali su come mantenere una buona salute e vivere -qualitativamente- più a lungo.

Come mantenere una buona salute e vivere -qualitativamente- più a lungo.

Consigli generali su come mantenere una buona salute e vivere -qualitativamente- più a lungo. Stefano Ligorio
Consigli generali su come mantenere una buona salute e vivere -qualitativamente- più a lungo.

Restiamo in salute e viviamo a lungo.

1- Assumere una dieta, con il giusto apporto di liquidi, sana ed equilibrata, ricca di cibi dai variegati colori (che contengano nutrienti diversificati e numerosi antiossidanti), limitando i cibi ricchi di grassi (‘cattivi’) e di zuccheri semplici (in tal senso, al contrario di quanto si possa pensare, non bisogna nemmeno esagerare con il fruttosio contenuto, in particolare e in abbondanza, in alcuni frutti), preferendo cibi non raffinati (ad es. prediligendo la farina integrale), biologici (ovviamente, nei limiti del possibile…), imparando anche a leggere e capire le etichette alimentari di ciò che si acquista.

(N.B. Particolare importanza dovrebbe rivestire l’assunzione di frutta selvatica, in quanto, in generale, più il frutto è selvatico e maggiore è il suo contenuto in antiossidanti, difatti la pianta selvatica, vivendo in condizioni ‘ostili’, produrrà, naturalmente, maggiori antiossidanti per proteggere, dall’ambiente non favorevole, il proprio frutto).

2- Praticare, con costanza, attività motorie (ci si riferisce, più precisamente, all’attività fisica strutturata), brevi, ma moderatamente intense (senza esagerazioni di sorta, in quanto ciò può, decisamente, essere controproducente).

3- Limitare, il più possibile, lo stress cronico di qualsivoglia natura. Ogni stato morboso, in tal senso, dev’essere correttamente e prontamente curato affidandosi a medici, in tal senso, davvero competenti e diligenti…

4- Imparare ad amare la conoscenza a riguardo della propria psiche e del proprio corpo. Vera consapevolezza e vera conoscenza -delle cose- sono primarie per poter stare bene.

5- Trattare con congruità ogni, eventuale, malattia di cui si possa essere affetti affidandosi, sempre, a medici davvero competenti e diligenti.

6- Non fumare. Nel caso non si riesca a smettere diminuire non solo il quantitativo delle sigarette, ma passare ‘gradatamente’ anche a quelle con un più basso valore nicotinico (preferibilmente allo 0,1, mentre in genere si fuma quelle allo 0,6), nonché di catrame e di monossido di carbonio (valori molto più bassi di questi ultimi che, in generale, si ritrovano, contestualmente, nelle sigarette, appunto, a basso valore nicotinico).

7- Combattere efficacemente un eventuale proprio stato di obesità.

8- Evitare ogni forma e tipologia di inquinamentolimitarsi e proteggersi, tra le altre cose, nell’esposizione alla radiazione solare.

9- Non esagerare mai con gli alcolici.

10- Assumere farmaci sempre e solo dietro attenta e diligente prescrizione medica, tanto più nella previsione di un loro uso cronico.

11- Per quanto possibile cercare, di tanto in tanto, di disintossicarsi con tisane depurative, o altro che a tal fine sia idoneo.

12- Imparare a percepire e a rilevare ogni anomalo cambiamento nel proprio corpo, di modo che, nell’eventualità dell’insorgenza di una patologia, si possa essere in grado di ricevere una diagnosi tempestiva.

13- Andare più regolarmente dal proprio medico curante (e farsi visitare!!!), dall’odontoiatra (per un regolare controllo orale) e, se si hanno molti nei, una volta l’anno, da un dermatologo.

14- Effettuare controlli ematici con una frequenza che deve variare a seconda dell’età, dell’eventuale presenza di malattie croniche, e dello stile di vita, con eventuali regolari controlli strumentali, ove eventuali malattie croniche e cattive abitudini lo richiedano.

15 Assunzione -prudente-, superati, generalmente, i 40 anni di età, di integratori articolari, effettuando anche il dosaggio ematico della vitamina D e ove risulti carente integrarla, in quanto il mantenimento della salute dell’apparato osteo-articolare è fondamentale per il benessere generale.

16- No a integratori multivitaminici (in quanto fanno più male che bene), si a specifiche vitamine e/o minerali, secondo, eventuale, necessità e utilità.

17- Leggere e documentarsi sempre, in quanto ciò, tra le altre cose, mantiene attive le aree cerebrali dell’apprendimento, della memoria, e in generale, dunque, quelle intellettive.

***

Il libro di Stefano Ligorio: ‘La Strana Malattia (Come prevenire, diagnosticare, e curare, ansia e depressione)’.
Il libro di Stefano Ligorio: ‘Il Cancro -Vademecum- (Guida Pratica alla Prevenzione e alla Cura del Tumore Maligno)’.

***

Altri articoli sul tema li trovi anche qui.

N.B. Stefano Ligorio, in ambito di tematiche mediche, è anche autore di un libro dal titolo: ‘La Strana Malattia: Come prevenire, diagnosticare, e curare, l’ansia (ansia sociale, ansia generalizzata e ansia somatizzata) e la depressione (depressione maggiore e depressione cronica -distimia)’, ma anche di: ‘Il Cancro -Vademecum- (Guida Pratica alla Prevenzione e alla Cura del Tumore Maligno)’.

Stefano Ligorio