L’ansioso e/o depresso deve rimodularsi emotivamente…

E’ frequentemente necessario -in taluni specifici casi di forte propensione individuale (o di accentuata predisposizione familiare) o di lunga cronicizzazione della malattia ansiosa e/o depressiva- prolungare a lungo la terapia antidepressiva o addirittura continuarla a vita…, ma ciò che conta è guarire del tutto dai sintomi.

Infatti, se la malattia, in non pochi casi, non può essere sradicata definitivamente l’importante è che venga almeno perfettamente tenuta sotto controllo dalla terapia con la scomparsa totale dei sintomi…

La non guarigione frequentemente è causata, soprattutto, dall’inadeguatezza della terapia, e spesso anche da una carente -o mancata- rimodulazione dei propri eventuali traumi, delle proprie ‘credenze, convinzioni, idee, modi di pensare, di affrontare le cose e di vivere…’.

C’è sempre bisogno, in questi casi -con l’iniziale ausilio di un diligente psicoterapeuta-, di modificare, in noi, ciò che emotivamente ci ha reso e/o ci rende propensi a queste malattie…

Altri articoli sul tema li trovi anche qui.

N.B. Stefano Ligorio, in ambito di tematiche mediche, è anche autore di un libro dal titolo: ‘La Strana Malattia: Come prevenire, diagnosticare, e curare, l’ansia (ansia sociale, ansia generalizzata e ansia somatizzata) e la depressione (depressione maggiore e depressione cronica -distimia)’, ma anche di: ‘Il Cancro -Vademecum- (Guida Pratica alla Prevenzione e alla Cura del Tumore Maligno)’.

Stefano Ligorio

2 pensieri riguardo “L’ansioso e/o depresso deve rimodularsi emotivamente…

I commenti sono chiusi.