(brevi note su legge e diritto) – Lasciare da solo l’anziano genitore, incapace di badare a se stesso, è reato.

La Cassazione pen. n. 44098/2016 chiarisce che lasciare da solo l’anziano genitore incapace di badare a se stesso può configurare il reato di abbandono di persone incapaci, di cui all’art. 591 c.p.

Testo dell’art. 591 c.p.: Chiunque abbandona una persona minore degli anni quattordici, ovvero una persona incapace, per malattia di mente o di corpo, per vecchiaia, o per altra causa, di provvedere a sé stessa, e della quale abbia la custodia o debba avere cura, è punito con la reclusione da sei mesi a cinque anni. Alla stessa pena soggiace chi abbandona all’estero un cittadino italiano minore degli anni diciotto, a lui affidato nel territorio dello Stato per ragioni di lavoro. La pena è della reclusione da uno a sei anni se dal fatto deriva una lesione personale, ed è da tre a otto anni se ne deriva la morte. Le pene sono aumentate se il fatto e’ commesso dal genitore, dal figlio, dal tutore o dal coniuge, ovvero dall’adottante o dall’adottato”.

Per cui il reato di cui all’art. 591 c.p. si configura nella circostanza in cui un soggetto tenga condotte, anche solo omissive, contrarie all’obbligo giuridico di cura su di lui gravante e si verifichi un pericolo per il soggetto trascurato. Le pene sono maggiori se a commettere tale reato sia il genitore, il figlio o il coniuge.

N.B. Stefano Ligorio è anche autore di un libro dal titolo: ‘IL RISARCIMENTO NEL PROCESSO CIVILE -errori da evitare, e rimedi esperibili– (Giuda Pratica alla luce del Codice Civile, del Codice di Procedura Civile, e della Giurisprudenza in materia)’.

Stefano Ligorio

4 pensieri riguardo “(brevi note su legge e diritto) – Lasciare da solo l’anziano genitore, incapace di badare a se stesso, è reato.

I commenti sono chiusi.