(brevi note su legge e diritto) – Il Tradimento per ripicca è lecito e l’addebito della separazione va al primo traditore.

Il tradimento per ripicca è lecito.

La Cassazione civ. n. 3318/2017  statuisce che: l’inosservanza dell’obbligo di fedeltà coniugale è di regola sufficiente, da sola, a giustificare l’addebito della separazione al coniuge responsabile, sempreché non si constati la mancanza di nesso causale tra infedeltà e crisi coniugale, tale che risulti la preesistenza di una crisi già irrimediabilmente in atto”,

per cui nella circostanza di una infedeltà del coniuge, nonostante l’altro, dopo averlo scoperto, intrattenga per ripicca una relazione extra-coniugale, l’addebito della separazione è comunque commisurabile all’originario coniuge infedele, sempre che sia stata l’originaria infedeltà del partner a determinare la ‘rottura’ del rapporto coniugale.

Altri articoli sul tema li trovi anche qui.

N.B. Stefano Ligorio è anche autore di un libro dal titolo: ‘IL RISARCIMENTO NEL PROCESSO CIVILE -errori da evitare, e rimedi esperibili– (Giuda Pratica alla luce del Codice Civile, del Codice di Procedura Civile, e della Giurisprudenza in materia)’.

Stefano Ligorio

2 pensieri riguardo “(brevi note su legge e diritto) – Il Tradimento per ripicca è lecito e l’addebito della separazione va al primo traditore.

I commenti sono chiusi.