(brevi note su legge e diritto) – Impossessarsi di un cellulare smarrito integra il reato di furto.

Impossessarsi di un cellulare smarrito è reato.

Impossessarsi di un cellulare smarrito integra il reato di furto. Stefano Ligorio, Articoli su 'Legge e Diritto' e 'brevi note su legge e diritto' di Stefano Ligorio. Cassazione, giurisprudenza, Corte Suprema, codice civile, codice di procedura civile, codice penale, codice di procedura penale, il risarcimento nel processo civile, il risarcimento del danno, legge, diritto, giustizia, processo civile, processo penale, appello, giudice,
Impossessarsi di un cellulare smarrito integra il reato di furto.

La Cassazione pen. n. 29627/2019: “Secondo la più recente e condivisibile elaborazione giurisprudenziale in materia, <integra il reato di furto -e non quello di appropriazione di cosa smarrita, depenalizzato dal D.Lgs 15 Gennaio 2016 n. 7- la condotta di chi si impossessi di un telefono cellulare altrui oggetto di smarrimento, trattandosi di bene che conserva anche in tal caso chiari segni del legittimo possessore altrui e, in particolare, il codice IMEI stampato nel vano batteria dell’apparecchio…”,

chiarisce che impossessarsi di un cellulare smarrito, ove questi conservi chiari segni dell’altrui legittimo possessore (tra i quali, in particolare, il codice IMEI), integra il reato di furto.

In ogni caso si integra il reato di ricettazione se non si è in grado di spiegarne la provenienza.

***

Altri articoli sul tema li trovi anche qui.

N.B. Stefano Ligorio è anche autore di un libro dal titolo: ‘IL RISARCIMENTO NEL PROCESSO CIVILE -errori da evitare, e rimedi esperibili– (Guida Pratica alla luce del Codice Civile, del Codice di Procedura Civile, e della Giurisprudenza in materia)’.

Stefano Ligorio