4 novembre 2020 – Ultime notizie su covid-19. Il governo definisce quali sono le Regioni a zona rossa, arancione, e gialla, e ne dispone le relative restrizioni.

Giuseppe Conte ha firmato il nuovo DPCM: entrerà in vigore venerdì 6 novembre e durerà fino al 3 dicembre.

Le misure prevedono il coprifuoco dalle ore 22 alle ore 5 in tutto il Paese e una suddivisione delle regioni italiane,

in zona rossa: Lombardia, Piemonte, Calabria Val d’Aosta;

arancione: Puglia e Sicilia;

e gialla: tutte le restanti regioni.

*Cosa è previsto per le Regioni a zona rossa:

Per le regioni a zona rossa è previsto lockdown con chiusura di molte attività e divieto di spostamenti, oltre al ritorno dell’autocertificazione.

Divieto di spostamenti anche all’interno del comune di residenza; si potrà uscire di casa solo per comprovate necessità lavorative e di studio, per fare la spesa, o per motivi di salute.

Chiuse le attività commerciali al dettaglio, ad esclusione di farmacie, parafarmacie, tabacchi, edicole e benzinai.

Chiusi ristoranti, bar, pub, gelaterie e pasticcerie; consentita però la consegna a domicilio e di asporto solo fino alle ore 22 (divieto di consumazione sul posto o nelle vicinanze).

Chiusi centri estetici e benessere, ma rimangono aperti i parrucchieri.

Chiuse le attività sportive; consentito solo svolgere attività motorie esclusivamente all’aperto e solo individualmente (e unicamente nei pressi della propria abitazione) col rispetto della distanza di almeno un metro dagli altri e con obbligo di mascherine.

Seconda e terza media, scuole superiori e università, in didattica a distanza, ma restano aperte le scuole elementari e di prima media.

Restano aperte le industrie, le attività artigianali, edilizie, e legate ai servizi.

*Cosa è previsto per le Regioni a zona arancione:

Divieto di entrare e uscire da queste regioni, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di salute, e di urgenza.

Consentiti gli spostamenti strettamente necessari per lo studio.

Consentito anche il rientro al proprio domicilio o residenza.

Vietati gli spostamenti in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione; è consentito solo per le comprovate esigenze di cui sopra.

Lo sport si può praticare, ma solo all’interno del proprio comune e solo all’aperto.

Chiusi bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie.

Rimangono aperte mense e catering.

Consentita la ristorazione con consegna a domicilio, ma l’asporto solo fino alle ore 22 (divieto, comunque, di consumazione sul posto o nelle vicinanze)

*Cosa è previsto per le Regioni a zona gialla:

Per queste Regioni sono valide le misure previste per tutto il territorio nazionale, senza le ulteriori restrizioni disposte per le Regioni a zona rossa e arancione.

Obbligo di mascherina; divieto di uscire dalle ore 22 alle ore 5 (si può uscire in questa fascia oraria solo per motivi di lavoro, di salute o per casi di necessità).

Chiusura dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi, ma rimangono aperti i negozi alimentari, le farmacie, parafarmacie ed edicole (anche quelli che sono all’interno dei centri commerciali).

Chiuse anche mostre, musei e sale da gioco.

Restano consentiti gli spostamenti sia all’interno del proprio Comune sia fuori.

Consentito raggiungere un’altra regione purché sia anch’essa in zona gialla.

Lo sport è consentito sia all’aperto, sia nelle aree attrezzate e nei parchi pubblici, sempre nel rispetto della distanza di sicurezza.

Restano chiuse piscine e palestre. 

Fonte: tg24.sky.it.

Stefano Ligorio

Le informazioni sopra riportate sono state qui esposte sulla base di quanto riportato dalla fonte tg24.sky.it, per cui l’autore Stefano Ligorio non è responsabile di eventuali inesattezze.

7 pensieri riguardo “4 novembre 2020 – Ultime notizie su covid-19. Il governo definisce quali sono le Regioni a zona rossa, arancione, e gialla, e ne dispone le relative restrizioni.

      1. Già: se ci fosse stato maggiore informazione, da parte di chi di dovere ma come al solito tengono nascoste le cose, prima di quello che stava succedendo forse si sarebbe potuta evitare una così grande esplosione del virus.

        Piace a 1 persona

I commenti sono chiusi.